Home > MatchDrive > controllo

controllo

assume particolare rilevanza, poiché esso è volto a guidare la gestione verso il conseguimento degli obiettivi stabiliti in sede di pianificazione aziendale, rilevando, attraverso la misurazione di appositi indicatori, lo scostamento tra obiettivi pianificati e risultati conseguiti e informando di tali scostamenti gli organi responsabili, affinché possano decidere e attuare le opportune azioni correttive.

il processo di controllo di gestione si svolge generalmente secondo un ciclo periodico, normalmente annuale, articolato nelle seguenti fasi:

controllo antecedente che trova la sua esplicazione nel Budget dove:

  • vengono resi misurabili, con la definizione di indicatori e di un target , ossia di un valore che l’indicatore deve assumere per poter dire che l’obiettivo è stato conseguito;
  • vengono corredati della previsione delle risorse (umane, finanziarie ecc.) necessarie al loro conseguimento, misurate in termini monetari e, precisamente, in termini di costo;
  • vengono assegnati, unitamente alle risorse, agli organi aziendali responsabili del loro conseguimento, che prendono il nome di centri di responsabilità.

In questo modo il budget diviene una sorta di contratto tra il manager preposto al centro di responsabilità e l’azienda, in base al quale il primo s’impegna a raggiungere gli obiettivi pianificati e la seconda a mettergli a disposizione le risorse indicate nel budget.

controllo concomitante che si svolge parallelamente alla gestione e consiste:

  • nella misurazione periodica degli indicatori, attraverso la rilevazione dei costi (diretti ed indiretti, per definire il cosiddetto costo pieno) e dei risultati;
  • nella trasmissione delle informazioni così raccolte ai centri di responsabilità e al vertice aziendale (o ai superiori del preposto al centro di responsabilità);
  • nella decisione, da parte dei destinatari delle predette informazioni, di azioni correttive volte a colmare il gap tra risultati attesi e risultati effettivi;
  • nell’attuazione di tali decisioni.

controllo susseguente chiude il ciclo di controllo di gestione comunicando ai centri di responsabilità e  al vertice aziendale le informazioni sulla misurazione finale degli indicatori allo scopo di:

  • supportare il successivo ciclo di budgeting;
  • fornire elementi per la valutazione del manager preposto al centro di responsabilità.

tanto il controllo concomitante quanto quello susseguente si sostanziano nel reporting ossia nella trasmissione ai centri di responsabilità e al vertice aziendale di sintesi informative  da parte dell’organo di controllo di gestione.

da questa attività dipende l’efficienza e l’efficacia del sistema di controllo di gestione attuato. è una fase critica che va progettata molto attentamente in modo da far pervenire l’informazione giusta, alle persone giuste, nel momento giusto.