Home > seed finance, venture capital, private equity, turnaround: experience

seed finance, venture capital, private equity, turnaround: experience

il primo caso che vogliamo portare alla vostra attenzione, una start up, tratta del progetto di apertura di un food-mall, ovvero di una ristrutturazione di un capannone industriale con cambio di destinazione, nel quale condurre l’attività di rivendita al dettaglio di prodotti alimentari che si contraddistinguono per la loro connotazione di eccellenza qualitativa e territoriale.    il lavoro svolto, oltre a dimostrare la fattibilità del progetto, ha  consentito di evidenziare quale fosse la reale esigenza finanziaria e di poterne valutare la convenienza in base alla scelta se finanziarla direttamente, dallo stesso imprenditore o da un terzo investitore, oppure se rivolgersi al ceto bancario.

take a look at the case history no. 1

il secondo caso aziendale riguarda una operazione di private equity.    si tratta di un aumento di capitale che un’azienda a spiccata vocazione tecnologica ha promosso con l’intervento di un fondo di private equity toscano.   la natura prettamente finanziaria del fondo di private equity che doveva sottoscrivere l’aumento di capitale ha richiesto un’analisi approfondita in termini di valore da realizzare nel corso del quinquennio di investimento, al termine del quale, tramite le way out preventivamente contrattualizzate, il fondo avrebbe ceduto la partecipazione al tasso di rendimento (irr) atteso.

take a look at the case history no. 2 

il terzo caso aziendale tratta di piano di risanamento che ha visto la ristrutturazione della posizione debitoria di un gruppo di aziende tessili alla base del quale abbiamo realizzato il business plan per i prossimi anni, sviluppando la situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell’intera operazione.    è stato così possibile condividere con il ceto bancario e con i fornitori maggiormente strategici la strategia futura che abbia come obiettivo quello di riequilibrare la gestione aziendale.

 take a look at the case history no. 3